fbpx
Consegna Gratis oltre € 149.

Tutto per il Mondo del Ciclismo

Tutto per il Mondo del Ciclismo

Consegna Gratis oltre € 149.

Blog su Due Ruote

Amstel Gold Race: la Campagna delle Classiche continua!

La Domenica di Pasqua parte l’Amstel Gold Race. Dopo l’entusiasmante vittoria di Alberto Bettiol e Marta Bastianelli al Giro delle Fiandre e un’incredibile Parigi- Roubaix dominata da Philippe Gilbert, i grandi del ciclismo mondiale si sfideranno dalle Pietre alle Ardenne per un’altra classica monumento riservata sia alla categoria maschile che femminile.
Per gli uomini 258 km con 35 côtes in programma. Muri con punte fino al 22%, impossibile prendere fiato tra le stradine strette e piene di curve che costringono i corridori a rilanciare la bici continuamente.
Questa primavera metereologicamente instabile renderà ancora più incerto l’esito finale della Amstel Gold Race. Come ben sanno gli appassionati di ciclismo il meteo al Nord è una variabile da non sottovalutare. Il tempo può cambiare da un momento all’altro, il vento quasi sempre presente può creare ventagli importanti che possono stravolgere l’andamento della corsa e anche per affrontare la pioggia e il freddo c’è bisogno…

Leggi di più...

Come scegliere l’abbigliamento da ciclismo in questa Primavera pazzerella?

Parti al mattino presto per allenarti e la giornata sembra rimarrà fresca e velata, ma puntualmente a metà allenamento spunta il sole e la temperatura si alza notevolmente.
Quindi? Quale abbigliamento da ciclismo indossare?
Una buona idea è quella di vestirsi a strati. Utilizzate sempre una canotta intima per proteggervi dall’aria, preferite una maglietta a maniche corte da utilizzare con un paio di manicotti che potrete togliere qualora uscisse il sole e sentiste caldo. Ottima idea avere con sé un gilet antivento da indossare durante le discese o in caso di peggioramento delle condizioni atmosferiche.
Per la parte inferiore del corpo salopette e gambali sono l’abbigliamento da ciclismo più pratico per essere pronti a qualsiasi evolversi del tempo. Per i più freddolosi consigliamo di utilizzare prima di partire una crema riscaldante che permetterà di sentirvi bene fin dalle prime pedalate. La crema può essere utilizzata sia sulle gambe, che sui piedi a…

Leggi di più...

Il Giro delle Fiandre

Domenica 7 Aprile inizia ufficialmente il calendario World Tour delle grandi Classiche del Nord.
Il Giro delle Fiandre sarà la gara d’apertura per questo mese ricco di ciclismo e di storiche sfide sui muri e pavè del Nord.
Il prestigio di questa gara lo possiamo comprendere anche solo guardando l’albo d’oro e leggendo nomi come Rik van Looy, Roger De Vlaeminck, Eddy Merckx, Fabian Cancellara e Tom Boonen.
Solo i grandi campioni sono riusciti a conquistare un monumento come Il Giro delle Fiandre!
Ma cosa rende unica questa gara?
Il pavè sicuramente. I 18 tratti in salita con il ciottolato che fin dalla prima edizione, nel 1913 ha reso questa gara insidiosa, emozionante e non per tutti. Il Fiandre o lo ami o lo odi, non ci sono vie di mezzo.
Prendiamo ad esempio il Koppenberg, un muro che arriva a pendenze fino al 22% e spesso costringe alcuni corridori a scendere di bicicletta e…

Leggi di più...

Classica di Primavera: parte la Milano-Sanremo 2019

Anche quest’anno ritorna la Classica di Primavera: parte la Milano Sanremo 2019. Se consideriamo l’altimetria si potrebbe definire una corsa semplice, senza particolari difficoltà, ma se scorriamo l’albo d’oro ci rendiamo conto che solo i grandi campioni hanno apportato la propria firma.
I quasi 300 km di gara non lasciano spazio a scuse o improvvisazioni. Sulla Riviera di Ponente alzerà le braccia solo chi è davvero in condizione, solo chi ha saputo osare o chi è stato abbastanza astuto da sfruttare il lavoro altrui. Non è concesso sprecare neanche un grammo di energia perché ogni minima riserva può essere fondamentale per trionfare in Via Roma a San Remo.
Il percorso della Milano Sanremo 2019 è come abbiamo detto pressoché pianeggiante con i capi liguri sul finale che sembrano essere inseriti apposta per spezzare le gambe e le due ascese negli ultimi km che solitamente fanno la differenza: La Cipressa ed il…

Leggi di più...

Scopriamo la bici elettrica

Non possiamo parlare di futuro, perché fa parte del nostro quotidiano da ormai qualche stagione. La bici elettrica o e-bike ha avuto un impatto molto forte nel mondo del ciclismo. C’è chi la critica e chi invece ne è entusiasta. Scopriamola insieme!
La bici elettrica non pedala al posto tuo, semplicemente ti assiste. Non è riempire di benzina, dare gas e via. In effetti può essere esattamente il contrario. Le E-Bikes possono essere configurate per offrire il massimo o il minimo aiuto di cui hai bisogno. Il motore consente semplicemente una spinta quando è necessario. Ora, se il tuo obiettivo sono le performance in gara, andare oltre i tuoi limiti, cercare la perfezione dai tuoi allenamenti, questa bici non sarà di tuo interesse.
Le E-bike sono state attentamente progettate per offrirti un aiuto quando ne hai bisogno. Le batterie sono ora notevolmente migliorate per avere un peso inferiore e una maggiore…

Leggi di più...

Alimentazione nel ciclismo: caffeina si o caffeina no?

C’è una ragione per cui la caffeina è stata inserita nell’elenco delle sostanze monitorate dalla WADA per molti anni. La sua assunzione porta considerevoli benefici nello sport ed è per questo motivo che è importante integrarla nel proprio piano di alimentazione per il ciclismo. E’ sicuramente improbabile vietarne l’uso, ma i suoi effetti sono evidenti. Ci sono molti miti che ruotano attorno al tuo caffè mattutino. Alcune persone non possono vivere senza, altri preferiscono non consumarne. Hai mai provato ad utilizzare il caffè come energizzante prima o durante le competizioni?
La caffeina è realmente utile per migliorare le prestazioni?
Bene, in una parola, sì.
Esaminiamo insieme i pro e contro dell’assunzione della caffeina sulle prestazioni sportive.
La caffeina può offrire una varietà di benefici, dal ritardare la sensazione di affaticamento muscolare percepito fino al miglioramento della prestazione muscolare complessiva. Inizialmente può essere un aiuto a livello mentale, ma successivamente vedrai anche i benefici…

Leggi di più...

Controllo del peso corporeo per il tuo allenamento in bici

Come promesso nella news della scorsa settimana rieccoci con i nostri suggerimenti sul controllo del peso corporeo per migliorare l’allenamento in bici.
Come vengono elaborate le calorie?
Il tuo corpo ha bisogno di energia per elaborare il cibo e trasformarlo in energia “utilizzabile”. Non tutte le calorie possono essere elaborate all’istante. L’effetto termico (TEF) del cibo si riferisce a quante calorie vengono impiegate per digerire e processare l’alimento. Le proteine ​​hanno un TEF molto alto, utilizzando circa il 25% delle calorie totali della proteina stessa. Pertanto, solo il 75% circa dell’energia delle proteine ​​sarà assorbito.
Le proteine ​​hanno anche un contenuto calorico leggermente superiore rispetto ai carboidrati: 1 g di proteine ​​contiene circa 4 calorie, mentre i carboidrati arrivano a 3,8, 1 g di grassi fornisce 9 calorie e l’alcol 7. Il TEF dei carboidrati è di circa il 10% e il grasso è del 2-3%, ciò significa che non hanno bisogno…

Leggi di più...

Allenamento ciclismo: come calcolare le calorie bruciate

Come ben sappiamo, anche chi si sottopone ad un allenamento per il ciclismo regolare, durante l’inverno si ritroverà in questa situazione: l’aumento di peso.
La bella stagione si avvicina e quindi anche le prime gare. Nei prossimi articoli vi indicheremo quali esercizi e in quali condizioni vi permetteranno di bruciare più k/cal.
Calcolare esattamente quante calorie si bruciano in bicicletta è un compito abbastanza difficile e dipende da tanti fattori diversi. Ciò significa che il numero di K/cal bruciate può variare dalla stima fino al 20%.
Un buon metodo per stimare l’energia bruciata durante le sedute di allenamento per il ciclismo è l’utilizzo combinato di misuratore di potenza e cardiofrequenzimetro. Infatti, il solo rivelatore di velocità ha molti difetti. Ad esempio, se doveste percorrere una discesa molto lunga, la velocità sarebbe elevata, ma il vero dispendio di energia non sarebbe proporzionato alla velocità. Al contrario, percorrendo una salita, la velocità diminuisce, ma…

Leggi di più...

I migliori consigli per le lunghe distanze

Avete già percorso la prima distanza dell’anno? 
In questo articolo vi indicheremo altri suggerimenti utili per rendere al meglio durante i “lunghi”.
1. Cambia spesso la posizione in sella. 
E’ normale che piccoli dolori affiorino durante le lunghe uscite. Per minimizzarli cambia spesso posizione. 
Cosa vuol dire? 
 Cambia periodicamente le posizioni delle mani ,un po’ sulla parte alta del manubrio, un po’ sulla parte bassa, cercar di muovere le dita, piegale e distendile, in questo modo avrai una migliore circolazione ed eviterai il fastidioso formicolio.

Noterai un accumulo di stress a livello del collo e delle spalle. Ricordati di eseguire dei piccoli movimenti con il collo e di scrollare per 5-10 secondi le spalle.
Su un tratto di strada non trafficato, libera una per volta le mani dal manubrio e fai delle rotazioni con le braccia, in più piegale e distendile così da attivare i muscoli che non utilizziamo durante la maggior parte dell’allenamento.  
Stacca il piede dal pedale e rilassa la gamba,…

Leggi di più...

Tre consigli utili per affrontare la “Distanza”

La stagione invernale è quella ideale per mettere “fieno in cascina”. Macinare km su km per fare un buon fondo che risulterà indispensabile durante il periodo agonistico. 
Come facciamo a gestirci in questi allenamenti di “distanza?”. Vediamo insieme alcuni consigli utili per non andare in crisi. 
Naturalmente, la distanza va incrementata gradualmente aumentando la lunghezza e l’intensità delle tue pedalate di settimana in settimana. Considera di partire da una distanza di due ore, per un periodo di otto settimane, aggiungi circa mezz’ora ad ogni uscita; tra due mesi sarai pronto per un super giro tra le colline e montagne di casa.  

Mangia e bevi molto.
Cerca di bere circa una borraccia all’ora, a seconda del livello di calore e di sforzo. Preferibilmente scegli sempre acqua pura, senza aggiungere nient’altro. L’acqua è la cosa più importante. Mangia uno snack o mezza banana ogni 30 minuti ti aiuterà a non andare in crisi di fame. Ricorda, quando il tuo corpo manda segnali di sete o di fame è già troppo tardi.
Dividi…

Leggi di più...