fbpx
Consegna Gratis oltre € 149.

Tutto per il Mondo del Ciclismo

Tutto per il Mondo del Ciclismo

Consegna Gratis oltre € 149.

Categoria: News

Una merenda TOP per il recupero muscolare

Ciao a tutti! 
Ricotta. 

 
Formaggio si o formaggio no? Vediamo come si comportano le proteine del latte. 
Secondo una ricerca pubblicata sul Journal dell’International Society of Sports Nutrition per avviare il processo di ricostruzione muscolare basterebbero solo nove grammi di proteine del latte. 
E’ stato condotto uno studio su un gruppo di uomini sani a cui è stato chiesto di bere prima una bevanda a base di latte con nove grammi di proteine e poi una bevanda a base di carboidrati con un ugual quantità di k/cal dopo una sessione di allenamento per l’incremento della forza della parte inferiore del corpo.  
Mentre l’effetto placebo solo per carboidrati è stata irrilevante per rafforzare il processo di costruzione muscolare post-allenamento, i nove grammi di proteine del latte hanno dato segnali molto positivi. 
Infatti in risposta al carico muscolare e stress da allenamento, viene attivata la proteina mTOR nei nostri muscoli, che è fondamentale per stimolare la sintesi proteica , infatti “mTOR” è altamente sensibile agli aminoacidi presenti nei derivati del latte. 
Consigli per la merenda: 
Riempi mezza tazza della colazione con della ricotta fresca (contiene c/ca14 grammi di proteine del latte) e accompagnala con dei cereali…

Leggi di più...

I cibi che ti fanno recuperare più velocemente, eccoli!

In questo articolo vi daremo dei piccoli suggerimenti su quali cibi mangiare che favoriranno il recupero muscolare e lo sviluppo della muscolatura stessa! 
Una corretta nutrizione post-allenamento favorisce un recupero più veloce, riduce il dolore muscolare, costruisce i muscoli, migliora il funzionamento del sistema immunitario e reintegra il glicogeno, tutti elementi chiave per ripartire alla grande in vista degli allenamenti futuri. Quindi ne deduciamo che l’alimentazione è parte integrante dell’allenamento!  
Suggeriamo di mangiare circa un’ora dopo aver terminato il proprio allenamento.
Ma esattamente cosa è meglio mangiare? 

 
Uova per esempio. Aiutano il recupero muscolare, infatti in un recente studio dell’Università dell’Illinois, i ricercatori hanno sottoposto un test a dieci giovani ragazzi che praticavano regolarmente esercizio fisico. Una parte dei ragazzi ha consumato regolarmente uova intere bollite dopo l’allenamento, l’altra parte una miscela di albume, entrambi contengono 18 grammi di proteine. Quindi hanno misurato i loro tassi di sintesi proteica e il guadagno in termini di forza muscolare. 
Anche se contenevano la stessa quantità di proteine, la risposta di ricostruzione muscolare dei ragazzi che hanno…

Leggi di più...

Come rilassarsi e sviluppare Forza allo stesso tempo

Cosa c’è di meglio di una tonificante e rilassante lezione serale di
Yoga o Pilates? 

Perché è bello?
Potrete esercitarvi in questa disciplina di allenamento per la forza di resistenza ovunque senza attrezzature extra: in palestra, nel vostro salotto, nel cortile di casa…davvero ovunque. 
Perché aiuta i ciclisti?
Lo yoga migliora la forza, flessibilità, resistenza e concentrazione. Eserciterete sia il fisico che la mente. La concentrazione è essenziale nello sport e in particolar modo negli sport di endurance come il ciclismo, infatti mantenere un alto livello di concentrazione per molto tempo non è semplice. Lo Yoga vi aiuterà ad allenare questo aspetto e trasmetterlo sui pedali. Imparerete anche a focalizzare il respiro, che vi aiuterà a respirare meglio sulla bici. Lo Yoga è molto utile a coloro che vogliono cimentarsi nell’esercizio della cronometro, dove ogni millesimo di secondo di concentrazione guadagnato o perso può fare la differenza sul risultato finale. 
Il pilates vi aiuterà a sviluppare e rafforzare la muscolatura intrinseca di schiena e addome….

Leggi di più...

In bici sulla Neve!

Sicuramente ne avrete già sentito parlare, ma di cosa si tratta esattamente? 
Le fat bike sono l’evoluzione delle tradizionali Mountain Bike, ma pensate in grande, pensate per arrivare laddove la normale MTB non riesce ad arrivare. 
Realizzata con una sezione maggiorata dello pneumatico ci permette di avere un’aderenza perfetta anche sui terreni ostili alla bicicletta, come la neve, il fango o la sabbia. Inoltre la bassa pressione delle gomme permette di “galleggiare” su queste superfici senza sprofondare.  

Snow Bike Festival â GSTAAD

Perché la FAT BIKE?
Riuscirete a godervi i panorami delle montagne innevate percorrendo sentieri che a piedi risulterebbero impervi o troppo lunghi. Se non siete dei maghi dello sci potrete scendere dalle stesse discese, provando l’adrenalina delle alte velocità che provano i grandi sciatori, ma sulle due ruote.La FAT BIKE è per tutti! Infatti la grande dimensione delle ruote (quasi  29” di diametro) rendono la bici particolarmente facile da controllare, e l’ampia superficie di appoggio sul terreno garantisce una stabilità estrema anche sui terreni più…

Leggi di più...

Ciclismo e Sci, una combo perfetta!

Anche da voi sta piovendo da diversi giorni? Quando guardate le montagne cominciate a vedere le punte innevate? 
E’ in arrivo il ponte dei Santi e non sai cosa fare? 
Ottima occasione per cominciare la stagione invernale un po’ in anticipo e buttarsi sulle piste da sci! Lo sport che vi proponiamo oggi è lo
SCI DI FONDO

Perché è bello? 
Ti tiene in perfetta forma durante i mesi invernali in cui gran parte dei ciclisti tendono ad aumentare di qualche Kilo. Ti permette di godere dei panorami mozzafiato con dei colori che solo le montagne sanno regalare.
Perché è un buon alleato per i ciclisti?
Lo sci di fondo permette di sviluppare tutta la muscolatura del corpo, sia la parte bassa, che la parte alta, in quanto utilizzando i bastoncini tutto l’upper body è sollecitato. Una schiena ed un core forti e stabili sono una prerogativa indispensabile per chi passa molte ore in sella tutti i giorni.Inoltre è un ottimo veicolo per aumentare la capacità polmonare….

Leggi di più...

Occhialini, cuffia e tuffo!

che suggeriamo come alternativa al ciclismo, soprattutto nelle giornate piovose e molto fredde di autunno e inverno:
IL NUOTO

Perché è bello?
Non solo nuotare permette di mantenersi in forma durante la stagione invernale, ma ha anche una doppia funzione in quanto andiamo a rinforzare sia la muscolatura, sia l’apparato cardio-circolatorio che viene positivamente sollecitato.
Perché aiuta i ciclisti?
Nuotare può aiutarti a costruire un nucleo forte e allungare i flessori dell’anca, oltre ad aumentare il raggio di movimento e la capacità respiratoria. Svegliamo i muscoli della parte alta del corpo che sono meno sollecitati nell’attività del ciclismo, ma che svolgono comunque un ruolo importante per la postura in sella. Per non parlare del core, di fondamentale importanza soprattutto quando si percorrono molte ore in sella. L’attività in acqua è assolutamente poco invasiva sulle articolazioni che ne traggono benefici dopo una lunga stagione agonistica. Nel caso pratichiate della corsa a piedi, alternare il running…

Leggi di più...

Settimana dello Sport Alternativo

Sappiamo tutti che il ciclismo è il miglior sport outdoor, ma ciò non significa che non ci siano tanti buoni motivi per mescolarlo con altri altrettanto divertenti! 
Questa settimana vi suggeriremo ogni giorno un’attività diversa da praticare all’aria aperta per differenziare il lavoro muscolare e per recuperare anche dallo stress mentale accumulato durante la stagione agonistica. 
Quindi, che tu stia recuperando da un infortunio, o concedendo una pausa al tuo corpo o semplicemente cercando un modo per stare in forma quando sei temporaneamente senza bici, diversificare i tuoi interessi è un ottimo modo per mantenere viva la voglia di muoversi e il tuo corpo pronto per le prime uscite in sella. 
Ecco il primo sport che ti suggeriamo: 
TREKKING 

Perché iniziare? 
Godersi l’aria aperta a un ritmo più rilassato, avere il tempo di osservare la natura con i suoi animali, le sue piante e i bellissimi fiori e poi, quanto è bello capire che sei in cima a una montagna che hai appena scalato?!
Perché aiuta i ciclisti? 
L’escursionismo aiuta a potenziare i glutei,…

Leggi di più...

Chicche dal Mondo

Sapete cosa sta succedendo nell’economica Regno sulle due ruote? Ve lo raccontiamo noi!
E’ stato esaminato il valore economico dell’industria ciclistica nel Regno Unito a seguito di una relazione di “Transport for Quality of Life” per l’associazione delle biciclette.
I risultati sono stati incredibilmente interessanti, ecco infatti alcuni degli effetti che abbiamo evidenziato sull’economia del Regno Unito.
Si stima che il ciclismo aggiunga circa 5,4 miliardi di sterline all’anno all’economia del Regno Unito. Gran parte di questo deriva dai benefici per la salute associati al ciclismo, come la riduzione della mortalità e dell’inquinamento. Pensate che i prodotti e i servizi aggiungono 0,7 miliardi di sterline, mentre il turismo associato al ciclismo aggiunge almeno altri 0,5 miliardi di sterline offrendo 64.000 posti di lavoro!
Tutto ciò rende i prodotti e i servizi dell’industria ciclistica delle stesse dimensioni dell’industria siderurgica britannica.

La federazione ciclistica europea ha valutato che ci sarebbero stati altri 3,0 miliardi di sterline…

Leggi di più...

Chicche d’Autunno

Caldo o freddo? Manica lunga o corta? Calzamaglia o salopette corta?
Con i primi freddi non sappiamo mai come vestirci e come comportarci. Sembra ci sia il sole caldo, ma con la velocità la brezza autunnale ci raffredda. Dunque come possiamo fare?
Molto semplice! Vestirsi sempre a pezzi 😊 Cosa vuol dire?
Partiamo belli coperti, che un po’ di caldo è sempre la soluzione migliore sia per i muscoli, che per gli organi interni. Canottiera, maglietta mezze maniche, manicotti e gilet anti vento per la parte superiore, salopette con gambali per la parte inferiore.
In questo modo, km dopo km quando cominciamo a scaldarci possiamo svestirci a seconda delle esigenze ed avere in ogni caso tutto l’equipaggiamento in caso dovessimo affrontare delle discese o pezzi in ombra.
Gli accessori di ultima generazione sono talmente maneggevoli e poco ingombranti che possiamo tranquillamente tenerli nelle tasche posteriori della maglia e tirarli fuori in qualsiasi momento con…

Leggi di più...

Tic-tac..pronti, partenza, crono!

La corsa contro il tempo e contro se stessi. 
Sono terminate oggi le prove mondiali contro il tempo.  
Velocità vertiginose incorniciate da un panorama splendido e da un percorso molto scorrevole. 
Ma come si comportano i corridori prima del via? 
La preparazione ad una cronometro non è solamente a livello fisico, ma anche e soprattutto a livello mentale.  
Se la crono è al mattino i corridori solitamente preferiscono una colazione abbastanza leggera in quanto lo sforzo massimo richiede che tutto il sangue sia disponibile ai muscoli e tutt’al più se la gara presenta un tracciato abbastanza lungo gli atleti optano per l’assunzione di un gel energetico durante la prova. 
Qualora la gara fosse al pomeriggio la colazione diventa più importante e viene seguita dalla prova del percorso in bici così da poter memorizzare bene il percorso e “risvegliare le fasce muscolari interessate”. 
Il riscaldamento comincia solitamente un’oretta prima del via sui rulli e prevede momenti a velocità di crociera intervallati da progressioni al medio/ medio-soglia e alcuni…

Leggi di più...